lunedì 30 agosto 2010

LA MARCHESA CASATI, L’ANTESIGNANA DELLE VELINE. ANCHE LEI CON IL SUO BEL CROCIFISSO.


 .

Casati era il proprietario della Villa di Arcore,
 quella che Berlusconi con l’aiuto di Previti
 ha rubato all’unica erede per una scodella di farina.

Oggi, in occasione dell’anniversario della strage a fucilate,
 il Corriere pubblica un articolo sull’isola dei festini proibiti, 
il Palazzo Grazioli di allora.

Il rifugio della marchesa

e

L’isola dei festini proibiti

Se siete curiosi potete dare uno sguardo all’articolo, la storia la conosco bene, specialmente quella della Villa di Arcore, un marchio ed una garanzia sul modo di agire del filibustiere che abbiamo al governo.
Oggi mi ha incuriosito un’altra cosa, questa:
Oggi la televisione è piena di puttanone, puttanine, veline, letterone, letterine che oltre a farsi ripassare da ogni dirigente che trovano per strada, sono in televisione a fare le opinioniste.
Tutte, o quasi, sicuramente le più troie, hanno il crocifisso in bella vista in mezzo alle tette, come fosse un marchio della casa.
Niente di nuovo sotto il sole se anche la Marchesa Casati aveva il suo bel crocifisso in mezzo alle tette.
Pare che nemmeno Cristo, nonostante sia notoriamente esperto in miracoli, sia riuscito a tirare a pari la Marchesa, insomma anche il perdono in quantità industriale non riusciva a cancellare i suoi peccati.
Intendiamoci a me va bene tutto, l’ultimo mio pensiero è criticare gli sfoghi sessuali di chiunque e con chiunque ed ovunque, mi infastidisce questo continuo richiamo alla religione cattolica da parte di puttanone con le tette al vento e crocifisso al caldo, un pò come i difensori della famiglia cattolica tanto amati dai vostri vescovi.
Berlusconi, Fini, Casini, Bondi ecc. ecc. al Family Day con i vescovi in prima fila stanno al cattolicesimo come la Marchesa Casati sta alla morale cattolica.
Se al posto del crocifisso appeso alla catenina avesse avuto lo stemmino di un casino non avrei avuto niente da dire.
Faccio notare che i funerali dei Marchesi Casati Stampa di Soncino si sono svolti regolarmente nella chiesa di Muggiò, gli stessi funerali che ha rifiutato a Welby.
Questa è la religione cattolica.

VERITA' SULLA VILLA DI ARCORE  :
.

Sono Web Designer, Web Master , Blogger : 
realizzo pagine internet leggere e responsive ,  
creo loghi , e curo i brevetti dai 
biglietti da visita alla insegna luminosa , 
realizzo banner e clip animate per pubblicizzare il vostro sito ,
 contattatemi e sarete on line entro 24 ore. 

Mi trovi QUI 
  http://www.cipiri.com/



 I TUOI SOGNI DIVENTANO REALI
 OGNI DESIDERIO  REALIZZATO 
IL TUO FUTURO ADESSO 
entra in
MUNDIMAGO



venerdì 20 agosto 2010

GIOCA COL TUO NOME

. .

this is so cool....smile, type your name and pass it on.


this is so cool.....smile , type my name





. Free 100 Business Cards!

mercoledì 18 agosto 2010

LINKS: Progetto Banca della Memoria

LINKS: Progetto Banca della Memoria: "Quattro giovani torinesi raccolgono su un sito internet e in un libro testimonianze di vita vissuta dai nostri nonni. Per mantenere un legam..."

IN QUESTO BLOG LINKERO' I POST PIU' INTERESSANTI PROVENIENTI DA QUALSIASI MEANDRO DEL WEB ,
SE VUOI METTI IL TUO LINK .......

Pulizie prima delle vacanze




Piccoli accorgimenti per pulire e chiudere casa al meglio, per ritrovarla così perfetta al rientro.





. .

Partiamo dalla cucina. Prima di tutto il frigorifero: se la vostra vacanza è breve lasciatelo acceso, se invece prevedete di stare via per un lungo viaggio, allora è il caso di staccare la spina e pulirlo in modo approfondito. Sarà sufficiente un panno umido con acqua e aceto, oppure uno dei tanti prodotti specifici in commercio, anche se sapete bene che contengono sempre sostanze chimiche. I vani specifici per frutta e verdura vanno lavati con acqua e bicarbonato.
In secondo luogo assicuratevi che dal lavello non vi sia uno sgocciolio, questo causerebbe al vostro ritorno quelle antipatiche macchie calcaree.
Il forno va lasciato socchiuso e ovviamente pulito alla perfezione, così eviterete cattivi e strani odori. Anche in questo caso se non amate i prodotti autopulenti (schiume), ma volete optare per un accorgimento naturale, passate un panno con acqua e bicarbonato.
Un occhio alla dispensa vi eviterà invasioni di “simpatiche” farfalline, controllate dunque le date di scadenza e l’integrità delle diverse confezioni, soprattutto di farine, paste e biscotti. Ponete poi delle foglie di alloro e chiodi di garofano chiusi in un piccolo sacchettino, se a noi piacciono, agli insetti di meno.
Passiamo ora al bagno. Prima di partire chiudete gli scarichi, lavate e disinfettate bene soprattutto il water e il bidet (i sanitari in generale); se la ceramica è ingiallita chiudete bene ermeticamente con un tappo lo scarico, poi ponete un foglio di carta da forno e riempite il lavandino con aceto oppure in alternativa con candeggina.
Togliete dalla vasca e dalla doccia i tappetini antiscivolo, diversamente potrebbero formarsi delle muffe, togliete poi dagli scarichi gli eventuali capelli, per lo stesso motivo sopra citato. I rubinetti vanno lavati bene, con spugne morbide che non graffino, e soprattutto asciugati alla perfezione per evitare poi la formazione di calcare.
Acqua e ammoniaca va benissimo per lavare i pavimenti e i rivestimenti del bagno, ma soltanto se sono piastrellati, assolutamente da non usare l’ammoniaca sul parquet o sul gres, creerebbero danni difficilmente risolvibili. Se vi può servire date un’occhiata all’articolo sui Detersivi fai da te.
Vediamo cosa fare in camera da letto. Speriamo di aver già fatto il cambio di stagione in primavera, perché diversamente significa dover mettere mano agli armadi, svuotarli e attivare le dovute pulizie di primavera con qualche mese di ritardo, dopo di che si passerà ad aggiungere dei sacchettini antitarme, o il cedro sottoforma di palline, o qualche chiodo di garofano sparso nelle tasche. La canfora è l’altra alternativa possibile per evitare di trovare “sgraditi ospiti” che ci bucherellano i pullover o i golfini amati.
I materassi vanno lasciati “respirare”, via dunque lenzuola per permettete al sole e all’aria di fare il loro lavoro, poi passate l’aspirapolvere direttamente sul materasso, evitate invece  il getto di vapore. I cuscini lasciateli anche per l’intera mattina al sole, potete stenderli all’aperto.
Stesso trattamento all’aria per le coperte; se invece pensate di lavarle questo è il momento giusto, una volta ben asciutte ponetele in quei grossi sacchetti di cotone per conservarle pulite e profumate fino alla prossima stagione invernale.
Le lenzuola andrebbero lavate e messe via, lasciando appunto il materasso scoperto a respirare; per il lavaggio potete usare detersivi ecologici con pochi tensioattivi.
Le tende in estate avrebbero proprio bisogno di una bella rinfrescata, con il programma delicato la lavatrice provvederà alla pulizia adatta e la casa saprà “di buono”.
Per finire il salotto: i tappeti vanno passati bene con l’aspirapolvere, poi arrotolati, in questo modo non raccoglieranno troppa polvere. Per ravvivarne i colori ponete in una ciotola sale e bicarbonato, spargete sul tappeto e lasciate agire per circa un’ora, poi passate l’aspirapolvere.
Tutti gli apparecchi elettronici, dalla tv allo stereo al decoder ecc, sono da spolverare bene e poi coprire, per evitare che troppa polvere li possa danneggiare.
Non dimenticatevi poi delle piante, predisponendo la soluzione più opportuna per ognuna: ad esempio un impianto di irrigazione con timer, delle bottiglie di plastica forate o una persona fidata, magari di famiglia, che se ne occupa e le bagna in vostra assenza!

. Free 100 Business Cards! .

sabato 14 agosto 2010

È l'evoluzione artistica della famosa scritta "LAVAMI"




Si chiama Scott Wade ed ha un hobby... la vostra auto è sporca? Nessun problema chiamatelo e vi disegnerà un'opera d'arte sul lunotto, o su i vetri. È l'evoluzione artistica della famosa scritta "LAVAMI".

 http://www.dirtycarart.com/



. . . Free 100 Business Cards! . . . . . . Vuoi essere sexy? Clicca qui! Sexylingerielasvegas . . . . BachecaWeb . .

venerdì 13 agosto 2010

IN QUESTO MONDO DI LADRI: BENZINA: CODACONS, ECCO DOVE CONVIENE FARE IL PIENO Parlamento ladro!! mandiamoli a lavorare



ROMA - Contro le speculazioni di petrolieri e benzinai, nel pieno dell'esodo per le vacanze estive, il Codacons ha deciso di fornire, per la prima volta, l'elenco completo dei distributori indipendenti presenti sul territorio nazionale affermando che con le cosiddette pompe bianche gli automobilisti possono risparmiare da 5 a 10 euro ogni pieno.
Sono poco più di 300 in tutta Italia i distributori senza marchio o con denominazioni che non fanno riferimento ad alcuna delle grandi multinazionali petrolifere.
Consultando il sito del Codacons (www.codacons.it/area_download/DistributoriIndipen... ) si può scaricare l'elenco da cui emerge che la regione che ha più impianti è quella delle Marche con 40, seguita da Lombardia con 36 e Lazio con 35.
Un solo distributore in Val d'Aosta, Friuli Venezia Giulia e Molise, tre in Basilicata e in Trentino, cinque in Calabria, 15 in Campania, 27 in Emilia Romagna, 31 in Veneto, 18 in Sicilia, Sardegna e Puglia, 17 in Toscana, 5 in Liguria.
"Siamo schifati dal ritorno costante delle speculazioni sulla benzina proprio quando gli italiani si mettono in viaggio per godersi le meritate vacanze", dice il presidente del Codacons Carlo Rienzi, invitando "tutti gli automobilisti a boicottare le sette sorelle del petrolio e utilizzare le pompe bianche".


ITALIA : benzina 2 euro al litro

 leggi anke


 ITALIA : benzina  2 euro al litro


http://cipiri.blogspot.it/2012/03/italia-benzina-2-euro-al-litro.html

. .

LEGGI TUTTO SULLE STAGIONI
METEOROLOGICHE
ED 
ASTRONOMICHE

.

SITO INTERNET
CHE SI PROPONE DI 
ESPANDERE
IL 
LAVORO CREATIVO


.





LE
IMAGO
DICONO
LA 
VERITA'







.
GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO




. Bookmark and Share .
.

sabato 7 agosto 2010

NON VADO IN FERIE


 NON VADO IN FERIE MI PIACEVA SOLO IL CARTELLO



Free 100 Business Cards! .

giovedì 5 agosto 2010

Orti in città



È una nuova tendenza, un ritorno alle origini ataviche e più semplici, quello che vede l’uomo con in mano un rastrello o una vanga a lavorare la terra, non importa che sia un appezzamento immenso, basta un fazzoletto di terra per permettere lo sviluppo di un piccolo orto, sufficiente per approvvigionare la famiglia di zucchine, peperoni, pomodori ecc.



. .

In città nascono gli orti comunali, spazi che variano dai quaranta ai cinquanta mq, lasciati ingestione ai cittadini dal Comune di appartenenza, a seguito di un affitto simbolico. Le richieste possono essere fatte al Comune il quale mette a disposizione dei terreni attraverso degli appositi bandi: in attesa centinaia di persone, molti sono pensionati che giustamente impiegano il loro tempo in modo sano e naturale.
Molte le città portavoce di questo bel progetto: Milano, Firenze, Torino, Napoli, Livorno, Ferrara e altre.
La stessa esperienza è poi riproposta in versione baby nelle scuole, si parla degli orti scolastici, dalle materne alle elementari alle medie, in questo caso sono i più piccoli che si danno da fare, tra filari di pomodori, di patate e melanzane, orgogliosi di portare a casa un piccolo cesto per mamma e papà.
Orti scolasticiNel caso degli orti scolastici nasce la possibilità di collaborare tra generazioni diverse e lo spirito di una collettività che condivide valori uguali è molto forte e rinsalda i vincoli di amicizia tra i membri che ne fanno parte. Insegnanti, alunni e volontari (spesso sono i nonni), che mettono a disposizione le loro conoscenze e la loro esperienza per creare delle piccole oasi verdi tra i cortili grigi delle scuole di città. Non c’è niente di più bello che vedere i bambini soddisfatti nel raccogliere due patate o tre zucchine. Quale sapore e quale voglia di mangiare questi ortaggi prelibati! E’ una forma di educazione alla convivenza civica, alla cooperazione, al fare e crescere insieme, all’ascolto della voce saggia che guida l’esperienza, al gusto e ai sapori genuini, e alle verdure che magari in questo modo vengono accettate anche da chi solitamente non le adora.
Orto

Per fare un piccolo orto sono necessari due requisiti: pazienza e impegno, seguiti da strumenti pratici, quali vanghe, rastrelli, zappe, una motozappa (se l’orto è abbastanza grande), badili, carriola, annaffiatoi e tubi per irrigare, cesti per raccogliere i frutti di tanta fatica.
Senza dimenticare i concimi. Ne esistono di due tipi: minerali e organici, questi ultimi sono più facili da recuperare se l’orto è di tipo comunale o lo abbiamo avviato direttamente in campagna. Si tratta essenzialmente di letame di origine bovina o equina, quindi stallatico. Quelli mineralici, sono più pratici da distribuire e da trovare soprattutto in città.
Per ciò che concerne gli ortaggi che vogliamo vedere crescere, si potrà optare per acquistare semplicemente le bustine con le sementi: modalità molto economica con meno di un euro a busta si ottengono tantissimi semi e di conseguenza tantissime piantine. Il bello è vedere crescere ogni giorno la piantina, dal germoglio alla pianta adulta. Oppure comprare le piantine: in questo caso si spenderà qual cosina in più, ma saremo già avanti con i tempi.

Pomodori
Qualsiasi tipo di orto grande o piccolo che sia, va seguito con reale amore e impegno, va irrigato adeguatamente, curato, eliminando rigorosamente a mano le erbacce infestanti. Se decidete per utilizzare dei diserbanti va un pochino a decadere il concetto di naturale e biologico e si avrà della verdura davvero poco sana.
Se l’orto è visitato da animali domestici, andrà allora necessariamente recintato, le eventuali feci di cani o gatti potrebbero contaminare il raccolto.
Per la semina basta leggere le indicazioni sul retro delle buste o, se proprio volete diventare bravi, allora potete acquistare un libro del settore o una rivista specializzata, ne esistono davvero tanti e con spiegazioni e fotografie dettagliate.
Se l’orto è seguito bene donerà verdura praticamente per tutto l'arco dell'anno: melanzane, cetrioli, zucchine e pomodori in estate, in primavera potrete raccogliere fragole, in inverno cavolini di Bruxelles, porri, cavoli, broccoli, all’inizio dell’autunno patate, e tutto l’anno insalata e aromi come rosmarino, origano, salvia, timo, ecc.
A tutti quelli che ci credono e che amano la natura: buon lavoro e non abbiate paura di sporcarvi le mani!



. Free 100 Business Cards!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Elenco blog AMICI

Zodiaco e Amore

ruscello

piove - cascata